Topinambur, il tubero dalle mille proprietà - SuperSISA
Sorrisi > SUPERFOOD Gennaio 2022

Topinambur, il tubero dalle mille proprietà

Sorrisi > SUPERFOOD

Ancora poco utilizzato in cucina, il topinambur è un alleato prezioso per il nostro benessere. Scopriamo, allora, tutte le sue numerose proprietà.

Conosciuto anche come rapa tedesca o carciofo di Gerusalemme, il topinambur è un tubero che può essere consumato sia crudo che cotto: è, infatti, piuttosto versatile in cucina, dove viene utilizzato per preparare numerose ricette, rese speciali dal suo sapore dolciastro.

PREZIOSO PER IL NOSTRO BENESSERE

Il topinambur è considerato un vero e proprio alleato per il nostro benessere, grazie ai molteplici nutrienti di cui è ricco. Ha un’interessante quantità, ad esempio, di fibre che contribuiscono ad aumentare il senso di sazietà e favoriscono il transito intestinale. Può, inoltre, ridurre il colesterolo attraverso “il lavoro” svolto dall’inulina. Presenti anche diversi sali minerali, come potassio, magnesio, fosforo, ferro e zinco, nonché le vitamine A, C ed E che aiutano a contrastare i radicali liberi e a rafforzare il sistema immunitario.

PER CONSUMARLO AL MEGLIO

Ma come si utilizza questo tubero in cucina? Innanzitutto, bisogna pulirlo correttamente, avendo un po’ di pazienza per le irregolarità che presenta sulla superficie e che rendono difficoltose le operazioni. È necessario spazzolarlo sotto l’acqua, eliminando le parti della buccia più dure, mentre quelle più sottili possono essere lasciate e mangiate a crudo senza problemi (se si preferisce sbucciarlo totalmente, invece, è meglio farlo con un pelapatate). Una volta pulito, si consiglia di immergerlo in una ciotola con acqua e limone per evitare che annerisca.

TANTI MODI PER GUSTARLO

Se si preferisce mangiarlo crudo, il topinambur dev’essere tagliato a fettine sottili e poi condito con un po’ di olio extravergine e una spruzzata di limone. Può anche essere grattugiato e aggiunto a un’insalata per renderla ancora più saporita. Chi vuole cuocerlo, invece, può metterlo in forno oppure optare per la cottura a vapore, bollirlo o - perché no? - friggerlo. Se siete alla ricerca di qualche idea da portare in tavola, potete utilizzare il topinambur, ad esempio, come contorno (abbinandolo, magari, ai carciofi o alle patate) ma anche in zuppe e vellutate. È ottimo, poi, per preparare risotti dal gusto delicato, croccanti chips e da aggiungere all’impasto delle polpette: provare per credere!