Stanchezza? Ci pensano i pinoli! – SuperSISA
Sorrisi > SUPERFOOD Giugno 2019

Stanchezza? Ci pensano i pinoli!

Sorrisi > SUPERFOOD

Grazie alla loro carica di energia, i pinoli sono particolarmente utili durante i periodi di maggiore stress o stanchezza fisica. Vengono consumati, inoltre, dagli sportivi e sono alla base di alcune famose ricette.

I pinoli, semi commestibili del pino, sono particolarmente energetici (e calorici!) e svolgono un’importante azione ricostituente: essi, infatti, sono molto apprezzati dagli sportivi e consigliati nei periodi di maggiore stanchezza.

PICCOLI MA DALLE GRANDI PROPRIETÀ

Nonostante le loro piccole dimensioni, contengono una miriade di sostanze nutritive indispensabili per il nostro benessere, a cominciare dalle fibre e dalle proteine. Particolarmente elevata la quantità di grassi (quelli buoni) e di acido linoleico (Omega 6) nonché di vitamine (E, K e B2) e minerali (soprattutto magnesio, potassio, ferro e calcio). Non dimentichiamo, poi, la presenza di antiossidanti, che rallentano l’invecchiamento della pelle.

UN CARICO DI SALUTE

Le preziose sostanze contenute nei pinoli, infatti, ci aiutano a contrastare i radicali liberi e favoriscono la regolarità intestinale, eliminando le tossine. Esse, inoltre, sono nostre alleate nel ridurre il colesterolo e proteggere le arterie nonché nel rafforzare il sistema immunitario e le ossa.

COME CONSUMARLI?

I pinoli sono ottimi da mangiare da soli o come arricchimento di insalate e yogurt. Molto utilizzati per preparare salse e condimenti, il loro sapore delicato li rende perfetti anche per la realizzazione di dolci da forno, come torte e biscotti. Ovviamente, sono alla base di due ricette piuttosto famose: il pesto alla genovese (dove vengono pestati con basilico, aglio, olio e parmigiano) e il castagnaccio, torta di tradizione toscana preparata con farina di castagne e arricchita con pinoli, uvetta e gherigli di noce.