Spinaci – SuperSISA

I nostri consigli

Sorrisi > PRIMIZIA DEL MESE Febbraio 2021

Spinaci

Sorrisi > PRIMIZIA DEL MESE

Tutti i segreti di questa verdura molto apprezzata in cucina. Lo sapete quante proprietà sono nascoste nelle sue foglie? Mai provata la crostata verde?

DAL PASSATO AL PRESENTE

La storia di questo ortaggio è ancora oggi incerta e si perde nella notte dei tempi, pare comunque che la sua origine sia asiatica, più precisamente persiana.
Alcune fonti attestano che nel Cinquecento gli spinaci erano coltivati negli orti delle Benedettine a Firenze, ma il consumo vero e proprio si è affermato nell’Ottocento, soprattutto nel nord Italia, dove il clima e le condizioni del terreno erano ideali per il loro attecchimento.
La coltivazione degli spinaci in Italia è diffusa praticamente in tutte le regioni, ma le maggiori produttrici sono: Lazio, Piemonte, Lombardia, Toscana e Veneto.

GLI SPINACI IN CUCINA

Gli spinaci sono tra gli ortaggi a foglia più diffusi e consumati sulle tavole di tutto il mondo. Oltre che per il loro valore nutritivo e i grandi benefici per la salute che derivano dal loro consumo, i loro pregi sono notevoli anche dal punto di vista economico e produttivo: sono facili da coltivare, le diverse varietà permettono di farli arrivare sul mercato in tutte le stagioni e sono molto richiesti anche nell’industria alimentare. Non a caso sono tra i surgelati più acquistati al mondo.

PROPRIETÀ

Cento grammi di spinaci apportano circa 30 calorie poiché più del 90% della parte edibile è composto da acqua. Le proteine ammontano a circa 3,4 g, i carboidrati a 2,9 g, le fibre a 1,9 g e i grassi a 0,7 g. Sono molto ricchi di vitamine e rispetto ad altri ortaggi hanno un alto contenuto di acido folico (vitamina B9); contengono anche discrete quantità di sali minerali come ferro, fosforo, rame, calcio, zinco e potassio. Gli spinaci hanno proprietà depurative e leggermente lassative e il loro consumo fa bene ai tessuti connettivi.

DOLCI VERDI

Può sembrare un’eresia, ma gli spinaci sono così versatili da trovare il loro spazio anche nella pasticceria. Provate a gustarli in una semplice crostata: basta sbollentarli, tritarli e mescolarli a panna, uova, uvetta e amaretti, stendete il composto sulla pasta frolla e infornate a 180°C per 40 minuti. Con il liquido di cottura degli spinaci è anche possibile realizzare un delizioso liquore da gustare tutto l’anno.

DALLE ALPI ALLE PIRAMIDI

Gli spinaci sono tra gli ortaggi a foglia più diffusi e consumati sulle tavole di tutto il mondo. Oltre che per il loro valore nutritivo e i grandi benefici per la salute che derivano dal loro consumo, i loro pregi sono notevoli anche dal punto di vista economico e produttivo: sono facili da coltivare, le diverse varietà permettono di farli arrivare sul mercato in tutte le stagioni e sono molto richiesti anche nell’industria alimentare. Non a caso sono tra i surgelati più acquistati al mondo.