Sapori e colori nella cucina della “Valle dei Re” – SuperSISA
Sorrisi > CUCINE DEL MONDO Marzo 2020

Sapori e colori nella cucina della “Valle dei Re”

Sorrisi > CUCINE DEL MONDO

Piatti saporiti, colorati e realizzati con tante materie prime locali caratterizzano la tradizione culinaria egiziana, tra ricette dell’antichità e influenze mediterranee


Tra una visita e l’altra alle meraviglie che la terra egiziana ci offre è fondamentale fermarsi per scoprire anche la millenaria tradizione della cucina locale, caratterizzata da diverse specialità dai sapori indimenticabili.

PER INIZIARE

In Egitto viene data molta importanza agli antipasti, chiamati meze (come in Grecia) e serviti in tante portate insieme al pane (l’eish masri o eish baladi, che significa “vita” e rappresenta, infatti, un alimento fondamentale per il popolo egiziano). Tra i più famosi rientrano l’hummus e il duqqa, a base di frutta secca e spezie (soprattutto cumino, pepe e coriandolo), senza dimenticare il gollash - preparato con pasta fillo ripiena di carne macinata o formaggio - il baba ghannoug, una deliziosa salsa preparata con melanzane al forno o grigliate, insaporite con aglio, olio e tahina.

LA TRADIZIONE DEL PIATTO UNICO

Solitamente, dopo gli antipasti, sulle tavole egiziane viene servito un piatto unico (che può essere accompagnato da vari contorni). Il pasto principale può essere a base di legumi e verdure, ma anche di carne e, sulle coste, di pesce. Potete provare, ad esempio, il mahshi - piatto a base di verdure ripiene di riso speziato, cubetti di pomodoro e cipolla - e il mulukhiya (una zuppa di foglie di iuta, arricchita con aglio, brodo di carne o pesce e coriandolo e servita con pane o riso).  

CUCINA NAZIONALE

Nonostante la grande varietà delle ricette, anche l’Egitto ha il suo piatto nazionale: il kushari. Si tratta di un piatto di pasta e salsa di pomodoro, al quale vengono aggiunti riso, aglio, cipolle caramellate e legumi (ceci e lenticchie). Diffuso sull’intero territorio, inoltre, il ful medames - una purea di fave insaporita con olio, aglio e succo di limone - mangiata con il pane o accompagnata da uova bollite e burro.

UNA DOLCE CHIUSURA

Un ultimo accenno, infine, ai dolci. Particolarmente sfiziosa la halawa, pasta di sesamo e frutta secca che gli egiziani mangiano a colazione o dopo i pasti principali. La frutta secca è la protagonista anche del basbousa - dov’è unita al semolino e a un dolce sciroppo - e della kunafa, dessert preparato con fili di pasta croccanti e mischiati al burro.