Fido e il suo mantello: “istruzioni per l’uso” - SuperSISA
Sorrisi > PET IN FAMIGLIA Dicembre 2021

Fido e il suo mantello: “istruzioni per l’uso”

Sorrisi > PET IN FAMIGLIA

Il pelo del cane svolge importanti funzioni per il suo benessere, prima fra tutte isolarlo dal caldo e dal freddo, ma anche proteggerlo dalle radiazioni. Qual è, quindi, la toelettatura migliore per tenerlo al sicuro?

I nostri cani, in base alla razza, differiscono per il mantello, che può essere più o meno lungo, ruvido o morbido: ciò che non cambia, però, è la sua funzione. Ovvero, isolarli sia dal caldo che dal freddo, aiutandoli a mantenere sempre costante la temperatura del corpo. A differenza di noi umani, poi, i nostri amici a quattro zampe non ricorrono alla sudorazione per raffreddarsi: questo significa che la tosatura potrebbe avere più svantaggi che benefici.

SPUNTIAMO, MA CON CRITERIO

Per tosare Fido, quindi, è necessario non esagerare: l’obiettivo, infatti, è di tenere il pelo in ordine e non di eliminarlo totalmente! Un mantello curato (e non rasato a zero), infatti, è in grado di proteggere il cane dalle radiazioni che potrebbero causare danni alla pelle.

ATTENZIONE ALLE ZONE

Quando è troppo lungo, allora, via libera ad accorciamenti sulle zone più critiche, dove è più possibile che si accumuli lo sporco o si incastrino le spighe durante le passeggiate, ma senza intervenire sul dorso che ha bisogno di maggiore protezione.

DOVE ACCORCIARE?

Dopo aver lavato Fido con prodotti specifici, potremo chiedere al toelettatore di sistemare i ciuffi sulle zampe, sull’addome, sulla coda e nelle orecchie, così da avere la certezza di non esporre il nostro amico peloso a rischi per la sua salute.