Vienna, tra incanto e realtà – SuperSISA
Sorrisi > PRONTI SI PARTE Novembre 2018

Vienna, tra incanto e realtà

Sorrisi > PRONTI SI PARTE

È una delle capitali europee più suggestive e affascinanti, che incanta i turisti con le sue bellezze storiche e artistiche: prepariamoci a fare un tuffo nel passato e a rivivere la magica atmosfera della città durante l’impero asburgico.

Dichiarata Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco, Vienna è una città particolarmente suggestiva e ricca di luoghi da ammirare: musei, monumenti, palazzi e residenze dell’antica dinastia asburgica nonché, ovviamente, un meraviglioso centro storico da scoprire. Anche se avete pochi giorni a disposizione, la capitale austriaca non vi deluderà.

Un viaggio nell'arte

Ciò che colpisce fin da subito è la sua vita culturale particolarmente intensa: camminare per le strade viennesi, infatti, significa immergersi nel suo passato glorioso, fatto di storia, arte e ricchezza. Ne è un esempio l’Hofburg Palace, il Palazzo Imperiale, simbolo della grandiosità asburgica: formato da edifici di epoche diverse, conta ben 2.600 stanze e ospita anche alcune importanti istituzioni culturali come la Biblioteca Nazionale e la Scuola di Equitazione Spagnola nonché la Camera del Tesoro Imperiale.

Da non perdere

Una delle principali tappe del viaggio a Vienna è sicuramente il Duomo di Santo Stefano, magnifica Cattedrale in stile gotico il cui tetto è realizzato con 250.000 tegole colorate che formano lo stemma austriaco. Da visitare, inoltre, il  - la barocca residenza estiva degli Asburgo che ospita anche il teatro più antico della capitale – e il Belvedere, residenza principesca voluta dai Savoia, ricca di fontane, vasche, scalinate e statue che arricchiscono il sontuoso giardino posto su tre livelli.

Dolci… e non solo!

Gli amanti del cibo e della buona tavola non resteranno delusi dalla cultura gastronomica viennese. Oltre ai numerosi chioschi per le strade, dove trovare dei gustosi wurstel conditi con salse diverse, è possibile mangiare in locali e ristoranti che offrono piatti tipici (come le zuppe e il Gulasch) accompagnati da birra artigianale e del buon vino. È d’obbligo, infine, lasciarsi trasportare dalla bontà della famosa torta Sacher, creata nel 1832 e da allora diventata il simbolo austriaco in tutto il mondo.

Una sosta al Prater

Dopo il lungo giro culturale tra palazzi e musei, ci si può svagare un po’ al Prater, il parco cittadino (una volta riserva di caccia) pieno di viali alberati, prati, chioschi e ristoranti. Il lunapark al suo interno, inoltre, è pronto ad accogliere i visitatori con le sue oltre 250 attrazioni, tra le quali spicca la famosa ruota panoramica (Riesenrad) per ammirare dall’alto (circa 65 metri!) la bellezza di Vienna.

Un tocco di eccentricità

Una delle zone più conosciute e ammirate di Vienna è il quartiere Hundertwasserhaus, celebre per le originali case dai colori vivaci e le forme asimmetriche realizzate negli anni ’80 dall’artista Hundertwasser. Scale a chiocciola, dossi, fontane che gettano acqua dal basso sono pronti a stupire i visitatori, inserendoli in un complesso architettonico del tutto inconsueto!