No allo spreco alimentare! – SuperSISA
Sorrisi > SOSTENIBILITÀ Giugno 2021

No allo spreco alimentare!

Sorrisi > SOSTENIBILITÀ

Quante volte ci capita di dover buttare avanzi di cibo, alimenti scaduti o deteriorati? Con qualche piccolo accorgimento possiamo fare anche noi la nostra parte contro lo spreco alimentare.

Essere costretti a gettare nella spazzatura il cibo, soprattutto quello deperibile - come frutta e verdura - è, purtroppo, un’abitudine che riguarda la maggior parte di noi. Con un po’ di attenzione in più, però, possiamo evitare gli sprechi e assumere, anche dal punto di vista alimentare, un comportamento molto più sostenibile.

UNA SPESA CONSAPEVOLE

La prima cosa da fare riguarda la spesa: prima di andare al supermercato, infatti, è bene controllare cosa manca effettivamente in casa e fare una lista degli alimenti necessari. Così facendo, si eviterà di acquistare il superfluo riempiendo il carrello di prodotti che, magari, non riusciremo a utilizzare! Tra un reparto e l’altro, poi, facciamo ricorso a tutta la nostra buona volontà e non lasciamoci attrarre da confezioni particolari e invitanti: ricordiamoci che, ciò che conta (e serve), è il contenuto!

QUANDO SCADE?

Sempre per quanto riguarda il packaging, una buona abitudine è quella di leggere l’etichetta con la data di scadenza: se troppo vicina, chiediamoci se riusciremo davvero a consumare il prodotto o se, invece, è molto probabile che finisca nella spazzatura.

UN PO’ DI ORGANIZZAZIONE

Per aiutarci contro lo spreco abbiamo anche due “alleati domestici”: il frigorifero, innanzitutto. Disponendo sui ripiani, infatti, gli alimenti in ordine di scadenza sarà più facile decidere quali mangiare per primi. Possiamo, inoltre, ricorrere al freezer per conservare gli alimenti congelabili, così da mantenerli freschi e allungarne la durata.

UN OCCHIO ALLE QUANTITÀ

Quando ci mettiamo ai fornelli, è importante calcolare le quantità di cibo da preparare a seconda del numero di persone: spesso, infatti, cucinare di più per finire ciò che avanza il giorno seguente non è una strategia vincente e si rischia solo di dover buttare tutto. Piuttosto, se ci accorgiamo di aver esagerato con le porzioni, condividiamole con vicini, amici o parenti, così da non sprecare nulla (e far provare anche gli altri le nostre doti culinarie!).

SPERIMENTARE IN CUCINA

La lotta allo spreco alimentare, infine, si vince con la fantasia: quello che può sembrare uno scarto, è in realtà un ottimo ingrediente per nuove ricette. Via libera, allora, alla preparazione di brodi, frittate e polpette, ad esempio, prima di buttare la verdura, la pasta avanzata o del pane raffermo. Praticamente tutto, in cucina, può avere una seconda vita!