Il cuore pulsante del Maghreb – SuperSISA
Sorrisi > PRONTI SI PARTE Settembre 2019

Il cuore pulsante del Maghreb

Sorrisi > PRONTI SI PARTE

Una terra vivace, carica di storia e dal fascino esotico, dove un passato antico si intreccia con la voglia di modernità: partiamo alla scoperta delle meraviglie del Marocco.

Situato all’estremità nord-occidentale del continente africano, nell’area chiamata Maghreb, il Marocco si affaccia sull’Oceano Atlantico e sul Mar Mediterraneo, quasi a lambire le coste della vicina Spagna. La patria dei berberi è uno scrigno di tradizioni e di culture, dove i colori intensi e i profumi inebrianti delle spezie si perdono tra le labirintiche medine e le dune del deserto del Sahara.

LA CITTÀ ROSSA

Cinta da mura in arenaria rossastra, Marrakech è la più importante città imperiale del Marocco: le strade della medina (la città vecchia) sono un susseguirsi di bazaar traboccanti di cibi, tappeti e tessuti, mentre piazza Djemaa El Fna è palcoscenico di acrobati e artisti di strada. Da non perdere, il Palazzo Bahia e la moschea di Koutobia con il suo imponente minareto.

UN CENTRO SPIRITUALE

Proseguiamo il nostro viaggio tra le fertili terre del Maghreb, dove sorge Fez, definita roccaforte della cultura e della spiritualità marocchine: la sua intricata medina, ricca di “hammam” (le tradizionali terme) e di scuole religiose, è patrimonio Unesco, mentre la moschea di Al-Quarawiyyin ospita l’Università più antica del mondo.

NELL’ANTICA MAURITANIA

Tra le rovine della splendida Volubilis il tempo sembra essersi fermato: l’antica città romana, nel regno di Mauritania, fu fondata prima dell’era cristiana e, tra le sue spoglie, possiamo ammirare la bellezza dei mosaici ancora intatti che abbellivano gli edifici. Il sito, circondato da terre fertili e rigogliosi giardini, è anch’esso patrimonio dell’umanità.

RABAT E CASABLANCA

Un tour nel Marocco non può escludere, poi, Rabat - la moderna capitale che si affaccia sull’Atlantico e che è il centro della gastronomia marocchina, oltre ad essere famosa per i ricami - né Casablanca, celebre sfondo dell’omonimo film hollywoodiano degli anni ’40, che è una città cosmopolita e centro nevralgico delle attività commerciali ed economiche del paese.

“UN TÈ NEL DESERTO”

Prepariamoci, ora, ad esplorare le immense distese sabbiose del deserto del Sahara, tra le alte dune di Erg Chebbi e l’oasi di Merzouga: dopo la consueta gita a cammello, immergiamoci nella vita delle comunità locali, sorseggiando tè alla menta all’ombra delle tende berbere. Infine, avventuriamoci fino nel cuore dell’Alto Atlante, tra le imponenti Gole di Todra e le cascate di Ouzoud.

LA “PERLA BLU” DEL MAROCCO

Sconosciuta fino alla metà del Novecento, Chefchauen sorge tra i monti del Rif e fu fondata verso la fine del XV secolo dagli spagnoli mandati in esilio. Strade, case e palazzi sono tinteggiate delle mille sfumature del blu - dall’azzurro all’indaco fino al cobalto - colorando la tortuosa medina e la grande piazza di Uta el Hammam.