Funghi, amici del sistema immunitario (e non solo!) – SuperSISA
Sorrisi > PRIMIZIA DEL MESE Ottobre 2019

Funghi, amici del sistema immunitario (e non solo!)

Sorrisi > PRIMIZIA DEL MESE

Ricchi di sostanze nutritive benefiche per il nostro organismo, i funghi sono preziosi ingredienti per tante ricette, gustosi sia freschi che nella versione essiccata.

Ne esistono numerose varietà – come il porcino, il cardoncello, il chiodino e lo champignon – ognuna con le proprie caratteristiche e il proprio sapore, ma tutte con una miriade di effetti benefici sulla nostra salute.

UN’ESPLOSIONE DI SOSTANZE NUTRITIVE...

Dall’apporto calorico molto basso, così come la quantità di grassi, i funghi sono – invece – ricchi di acqua e fibre nonché di sali minerali (soprattutto potassio, fosforo, ferro e calcio) e vitamine (in particolare la B12). 

... E DI PROPRIETÀ

Queste sostanze nutritive favoriscono il buon funzionamento del nostro organismo: rafforzano, innanzitutto, il sistema immunitario grazie alle proprietà antibatteriche e rappresentano un prezioso aiuto per le ossa, grazie alla vitamina D che stimola l’assorbimento del calcio. La presenza degli antiossidanti, inoltre, contribuisce al rallentamento dell’invecchiamento e al contrasto dei radicali liberi, mentre il ferro aiuta in caso di anemia.

PROTAGONISTI IN CUCINA

Anche dal punto di vista culinario i funghi ci assicurano un elevato livello qualitativo. Ottimi per la preparazione di piatti salati, possono essere assaporati da soli (magari fritti, al forno o in padella) oppure all’interno di sughi o di un buon brodo. Intramontabili, poi, il risotto e le pappardelle nonché le scaloppine e lo spezzatino accompagnati da un contorno delizioso a base di funghi.

UN PO’ DI ATTENZIONE

Nonostante la loro bontà e i benefici, questi piccoli vegetali devono essere consumati con qualche accortezza. Quando li acquistiamo freschi, infatti, è bene verificarne l’aspetto (un fungo “in salute” è compatto e senza ammaccature né muffa); ricordiamoci, poi, di non eccedere con le quantità perché possono provocare difficoltà digestive.