I vini perfetti per il pranzo di Pasqua

Eccoci di nuovo riuniti a tavola con i nostri cari, pronti per festeggiare la Pasqua: tra primi e secondi piatti succulenti e i dolci tipici della tradizione, non ci resta che scegliere il vino giusto da accostare a tutte le portate che renderanno speciale il pranzo.

AL VIA CON LA PRIMA PORTATA

Dopo aver assaporato gli invitanti stuzzichini e gli antipasti, accompagnati da un Prosecco spumeggiante o da un buon Lambrusco, prepariamoci a gustare il primo. Abbiniamo un vino rosso avvolgente, forte e intenso ai piatti a base di carne, oppure optiamo per un bianco secco e delicato se prediligiamo un menù vegetariano o di pesce.

LARGO AI SECONDI

L’aroma inconfondibile dell’arrosto e dell’agnello che giunge dalla cucina ci lascia pregustare un’esplosione di sapori intensi e gustosi: per valorizzarli al meglio, scegliamo un vino strutturato - complesso e deciso - magari caratterizzato da un retrogusto speziato, in grado di esaltare ogni singolo boccone. Col pesce, invece, non può mancare un bianco fresco e leggero oppure un rosato delicato.

PER FINIRE IN BELLEZZA…

Prepariamoci, infine, a fare una bella scorpacciata di dolci: pastiere, crostate, scarcelle, l’immancabile colomba e il classico uovo di cioccolato, perfetti per concludere coi fiocchi il nostro pranzo pasquale. Abbiniamo ai dolci tipici della tradizione un vino profumato, con un sentore e un retrogusto fruttati: una caratteristica, quest’ultima, abbinabile anche all’uovo, con cui privilegiare però un sapore più dolce e acido.